Si comunica che dal 10 al 24 Agosto 2019 lo

studio resterà chiuso per la pausa estiva.

Per comunicazioni urgenti si prega di inviare

una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La fiscalità di Mutua Mia

La fiscalità di Mutua Mia

Articoli 15 e 51 del TUIR
I contributi associativi versati dai Soci alle Società di Mutuo Soccorso operanti nei settori previsti dall’art. 1 della legge 3818 del 1886 quale é Mutua Mia società di mutuo soccorso, sono detraibili dalle imposte fino al massimo di € 1.291,14 . (art. 15 del TUIR – Testo Unico Imposte sui Redditi DPR 917/1986).

Rientrano in tale agevolazione anche i liberi professionisti con partita IVA.

La detrazione dei contributi associativi versati ad una Società di Mutuo Soccorso non fa cumulo con le detrazioni previste per le polizze vita e infortuni.

Per altro i premi relativi alle polizze sottoscritte con compagnie di assicurazione non sono fiscalmente detraibili.

Le Società di Mutuo Soccorso perseguendo finalità esclusivamente assistenziale possono fungere da cassa di assistenza sanitaria.

La normativa applicabile ai contributi versati ad una cassa di assistenza in relazione ai redditi di lavoro dipendente, è quella prevista dall’ art. 51, comma 2, lett.a) del TUIR (testo unico delle imposte sui redditi) approvato con D.P.R. 22/12/86 n. 917 e successive modifiche ed integrazioni che contiene, appunto, la disciplina dei contributi versati dal datore di lavoro e dal lavoratore stabilendo condizioni e limiti per la non concorrenza degli stessi al reddito di lavoro dipendente. I contributi di assistenza sanitaria sono deducibili fino all’importo di € 3615,20.

Il beneficio fiscale viene accordato ai contributi di assistenza sanitaria versati dal datore di lavoro o dal lavoratore solo se vengono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • I contributi devono essere versati ad una cassa avente esclusivamente finalità assistenziale
  • Il versamento dei contributi alla cassa di assistenza deve essere previsto da uno specifico contratto o accordo collettivo o da un regolamento aziendale
  • Per il datore di lavoro l’importo dei contributi versati alla cassa di assistenza costituisce costo per lavoro dipendente integralmente deducibile dal reddito d’impresa calcolato ai fini IRES
  • Il lavoratore dipendente nel momento in cui ottiene dalla cassa di assistenza il rimborso delle spese sanitarie sostenute, potrà avvalersi, in sede di dichiarazione personale dei redditi, della deduzione dal reddito o della detrazione d’imposta nella misura del 19% che spetta sull’importo che eccede 129,11 euro, limitatamente alla parte di spesa rimasta effettivamente a suo carico e non rimborsata dalla cassa di assistenza.
 

Dove siamo

Sede
Via calvi dell'umbria,9 - 00191 Roma
Recapiti
Tel 06 878 60 975 (oraio 9-14) per urgenze inviare una email
Fax 06 879 30 413